Login



Utenti : 328
Contenuti : 691
Link web : 6
Tot. visite contenuti : 909306
 113 visitatori online
Ricerca Google
maggio 2022
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

  • images/stories/sede/collegiomarconi.jpg
  • images/stories/sede/collegioprato.jpg
  • images/stories/sede/facciataesterna.jpg
  • images/stories/sede/ilcolonnato.jpg
  • images/stories/sede/ilprato.jpg
  • images/stories/sede/internocollegio.jpg
  • images/stories/sede/internoinnevato.jpg
  • images/stories/sede/marconiaerea.jpg
  • images/stories/sede/notturna.jpg
  • images/stories/sede/particolaremeridiana.jpg
  • images/stories/sede/salacolonne.jpg
  • images/stories/sede/santaMessa.jpg
  • images/stories/sede/vistainterna.jpg
Sostieni anche tu il Marconi con una donazione

Home Galleria Fotografica Pierabach 2013 Lago di Bordaglia
Ricerca personalizzata
Galleria Fotografica - Pierabech 2013

PIERABECH 2013

CRONACHE DI VIAGGIO

Prima uscita

Lago di Bordaglia

Prima uscita prevista con destinazione Lago di Bordaglia escursione non difficile adatta a tutti .

E' uno dei siti i più pittoreschi della Regione, simbolo indiscusso delle Alpi Carniche Occidentali.

Il lago si è formato per escavazione glaciale e nonostante raggiunga un’estensione di 11.500 mq. è poco profondo.

Si trova all'interno dell'Oasi di Bordaglia, la più vasta Oasi di rifugio faunistico della Regione Friuli Venezia Giulia (2.180 ettari),.

In splendidi panorami ricchi di fauna e flora alpina,il laghetto alpino di Bordaglia è circondato da vecchi larici e una ricca vegetazione arbustiva che danno riparo al picchio nero e al merlo dal collare.

Nell'oasi sono comuni il camoscio, il capriolo, le marmotte e si trovano quasi tutti i carnivori regionali.

La nostra avventura inizia verso le 9.00.

Pronti e attrezzati con il nostro equipaggiamento da grandi escursionisti , passato il ponticello sul torrente Degano ci siamo addentrati nel bosco, seguendo il sentiero del C.A.I. con destinazione prima tappa Casera di Bordaglia Bassa .

Qui breve sosta per consumare il pranzo al sacco e scattare foto poiché si rimane quasi senza parole nell’ammirare tanta bellezza .

Nei pressi della casera Bordaglia Bassa c’è anche una Cappella dedicata a San Giovanni Bosco .

Proseguendo oltre la chiesetta il percorso inizia per un sentiero che rapidamente sale di quota con tratti ripidi e faticosi.

Una sorgente di acqua freschissima che sgorga dalla montagna con il suo meraviglioso scroscio, ci permette di fare scorta per le nostre borracce e di rinfrescarci. Si riparte e dopo un ultimo sforzo, con grande stupore il nostro sguardo, ma soprattutto i nostri piedi, abbracciano un terreno e un panorama, sempre più aperto ai morbidi paesaggi della Casera Bordaglia di Sopra.

Le imponenti cime dolomitiche della Creta di Bordaglia e dell’Alpe di Volaia contornano questo luogo.

E via finalmente si scende !

Tutti gli sforzi e l’impegno sono ripagati dalla maestosità del lago , la magnifica perla incastonata nel verde che ci attende e non solo : alcuni cavalli, sono arrivati per abbeverarsi nelle sue fresche acque prima di noi !