Login



Utenti : 328
Contenuti : 691
Link web : 6
Tot. visite contenuti : 909619
 109 visitatori online
Ricerca Google
maggio 2022
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

  • images/stories/sede/collegiomarconi.jpg
  • images/stories/sede/collegioprato.jpg
  • images/stories/sede/facciataesterna.jpg
  • images/stories/sede/ilcolonnato.jpg
  • images/stories/sede/ilprato.jpg
  • images/stories/sede/internocollegio.jpg
  • images/stories/sede/internoinnevato.jpg
  • images/stories/sede/marconiaerea.jpg
  • images/stories/sede/notturna.jpg
  • images/stories/sede/particolaremeridiana.jpg
  • images/stories/sede/salacolonne.jpg
  • images/stories/sede/santaMessa.jpg
  • images/stories/sede/vistainterna.jpg
Sostieni anche tu il Marconi con una donazione

Home Attività Eventi e Iniziative Pierabech 2013
Ricerca personalizzata
Attività

PIERABECH 2013

CRONACHE DI VIAGGIO

 

Tanto entusiasmo, belle giornate, straordinarie escursioni in un ambiente di rara bellezza , momenti di riflessione, di allegria e tanto divertimento.

 

Pierabech è la località più settentrionale del Friuli ed è a tre km da Forni Avoltri .

Vicino la nostra casa dal 1972 vi è stato aperto anche lo stabilimento Goccia di Carnia per l'imbottigliamento dell'acqua minerale proveniente dalle sorgenti del rio Flèons.

Il paesaggio intorno è a dir poco stupendo, boschi di faggi, di larici, di abeti e prati fanno da cornice alle montagne che si innalzano nel cielo.

La settimana a Pierabech è stata vissuta da tutti con grande entusiasmo, tanta voglia di divertirsi e di stare insieme .

Il tempo è stato sempre bello tanto da poter svolgere tutte le escursioni messe in programma .

La prima uscita è stata al Lago di Bordaglia , la seconda alle Sorgenti di Fleòns e la terza alle Sorgenti del Piave con pernottamento per alcuni ragazzi al Rifugio Calvi .

Le giornate invece trascorse al campo sono state organizzate con laboratori di ogni genere , tempo dedicato alla lettura, canti, giochi serali nel bosco , serate di barzellette, di ballo e di Karaoke .

Bellissimo il ritrovarsi ai piedi del bosco tutti in cerchio per l’organizzazione della giornata , per momenti di riflessione, di preghiera e di gioco .

Non è mancata la serata di astronomia e per questo ringraziamo il Sig.Luca Vizzon papà di Andrea, Sofia, Gianmarco e Giulia che ci ha raggiunto per parlarci del misterioso e affascinante mondo delle stelle .

Abbiamo imparato ad individuare nel cielo Vega , la stella più luminosa tra quelle visibili nelle notti estive , abbiamo ascoltato incantati le leggende sulle stelle e i racconti di Luca vissuti nel suo viaggio nell’ oceano.

Anche il mondo sopra la nostra testa non può che stupirci ed estasiarci ! Grazie Luca !

E che dire della serata con Sig. Claudio sulla leggenda di Alvarez ?

Il fantasma decapitato che si aggira nel bosco e la storia della Fiat 500 rossa nascosta nel bosco vicino la casa ?

Più di un’ora di suspance e una notte altrettanto …..fantasiosa ! Grazie Claudio !


Domenica 7 Luglio

Lago di Bordaglia

Prima uscita prevista con destinazione Lago di Bordaglia escursione non difficile adatta a tutti .

E' uno dei siti i più pittoreschi della Regione, simbolo indiscusso delle Alpi Carniche Occidentali.

Il lago si è formato per escavazione glaciale e nonostante raggiunga un’estensione di 11.500 mq. è poco profondo.

Si trova all'interno dell'Oasi di Bordaglia, la più vasta Oasi di rifugio faunistico della Regione Friuli Venezia Giulia (2.180 ettari),.

In splendidi panorami ricchi di fauna e flora alpina,il laghetto alpino di Bordaglia è circondato da vecchi larici e una ricca vegetazione arbustiva che danno riparo al picchio nero e al merlo dal collare.

Nell'oasi sono comuni il camoscio, il capriolo, le marmotte e si trovano quasi tutti i carnivori regionali.

La nostra avventura inizia verso le 9.00.

Pronti e attrezzati con il nostro equipaggiamento da grandi escursionisti , passato il ponticello sul torrente Degano ci siamo addentrati nel bosco, seguendo il sentiero del C.A.I. con destinazione prima tappa Casera di Bordaglia Bassa .

Qui breve sosta per consumare il pranzo al sacco e scattare foto poiché si rimane quasi senza parole nell’ammirare tanta bellezza .

Nei pressi della casera Bordaglia Bassa c’è anche una Cappella dedicata a San Giovanni Bosco .

Proseguendo oltre la chiesetta il percorso inizia per un sentiero che rapidamente sale di quota con tratti ripidi e faticosi.

Una sorgente di acqua freschissima che sgorga dalla montagna con il suo meraviglioso scroscio, ci permette di fare scorta per le nostre borracce e di rinfrescarci. Si riparte e dopo un ultimo sforzo, con grande stupore il nostro sguardo, ma soprattutto i nostri piedi, abbracciano un terreno e un panorama, sempre più aperto ai morbidi paesaggi della Casera Bordaglia di Sopra.

Le imponenti cime dolomitiche della Creta di Bordaglia e dell’Alpe di Volaia contornano questo luogo.

E via finalmente si scende !

Tutti gli sforzi e l’impegno sono ripagati dalla maestosità del  lago , la magnifica perla incastonata nel verde che ci attende e non solo : alcuni cavalli, sono arrivati per abbeverarsi nelle sue fresche acque prima di noi !

CLICCA QUI PER VEDERE LE FOTO DELL'USCITA

AL LAGO DI BORDAGLIA


 

Martedì 9 Luglio

Oasi Faunistica di Fleòns

L’area si estende su 2300 ettari dove vivono indisturbati cervi, caprioli, marmotte, ermellini, aquile reali,oltre ad una ricca flora di montagna, fra cui le genziane e le orchidee.

Nel territorio di Forni Avoltri ci sono numerose sorgenti, quella di Fleòns è una delle più ricche delle le Alpi. Le pregevoli qualità e le favorevoli condizioni geo –idriche della sorgente hanno fatto sì che nel 1972 è iniziata l’utilizzazione industriale di queste acque che ha portato alla nascita dello stabilimento della Goccia di Carnia.

Il percorso ci porta a costeggiare la cava di marmo e, tutt’intorno l’incantevole fresco paesaggio boschivo, ci conduce ad una malga dove si producono speciali formaggi. Lì abbiamo assaggiato una golosissima crema di ricotta appena fatta .

Le creste delle montagne fanno da cornice naturale ad un mondo ricco di meraviglie e cose da scoprire con il doveroso rispetto che la natura esige .

Con noi il caro amico Claudio e il suo fedele Golden Retriever di nome Oscar che ci ha rivelato un posto segreto, dove poter ammirare incantevoli stelle alpine. Il rumore dell’acqua ci ha accompagnato in quasi tutta la camminata trasmettendo un senso di benessere, a parte …..le vesciche ai piedi !

CLICCA QUI PER VEDERE LE FOTO DELL'USCITA

ALL'OASI FAUNISTICA DI FLEONS


Giovedì 9 Luglio

Sorgenti del Piave e Rifugio Calvi

 

Il rifugio Sorgenti del Piave si trova in Val di Sesis alle pendici del Monte Peralba e nelle immediate vicinanze c’è la sorgente del fiume Piave .

Partenza in mattinata dalla casa salendo il bosco vicino , strada facendo, troviamo coperta di rovi, la Fiat 500 rossa, di cui ci aveva parlato il Sig.Claudio e via tutti a colpirla con un sasso perché la leggenda della macchina rossa nel bosco dice che porta bene, che porta fortuna e così abbiamo fatto tutti .

Il rumore provocato dava l’impressione di assistere ad uno spettacolo pirotecnico ! Divertentissimo !

In un fitto e rigoglioso bosco di abeti , si prosegue la nostra marcia mentre la pendenza si mantiene costantemente impegnativa .

Ma ecco che il paesaggio si apre alla straordinaria vista dei possenti monti del Peralba (2694 m.) e del Chiadenis (2459 m.) e sulle loro poderose pareti rocciose, dove abbiamo visto degli scalatori in arrampicata che ai nostri occhi apparivano come dei puntini colorati in movimento.

Nell' area vicina al Rifugio Sorgenti del Piave (1830 m.) c’è un piccolo gioiello incastonato in una grande corona : una piccola chiesetta dove ci siamo fermati per consumare il nostro pranzo al sacco e ristorarci con una fresca fetta di anguria .

Da questo sito i ragazzi del Liceo e quattro coraggiosi della Scuola Media assieme ad alcuni accompagnatori adulti, hanno proseguito per raggiungere il rifugio Calvi per trascorrervi la notte e rientrare l’indomani alla casa .

Del gruppo, due giovani temerari, una volta raggiunto il rifugio, attrezzati di caschetto e imbragatura hanno continuato verso la vetta del Monte Peralba salendo per la via “ Ferrata Sartor”: salita splendida e panoramicamente molto appagante .

Il rifugio Calvi (2164 m.) è conosciuto anche per aver ricevuto il 20 luglio 1988 la visita di Papa Giovanni Paolo II°. Nel locale sono esposte molte foto della visita del Santo Padre .

Il Papa, dal rifugio Calvi ha raggiunto a piedi la Madonnina del Monte Peralba, la via è stata in seguito, intitolata “Via normale Papa Giovanni II°.

La panoramica che lo sguardo cattura dalla cima del Monte Peralba è incantevole , quasi celestiale !

CLICCA QUI PER VEDERE LE FOTO DELL'USCITA

ALLE SORGENTI DEL PIAVE E AL RIFUGIO CALVI

La settimana si è conclusa con l’ormai consolidata sfida a calcio tra gli animatori e lo staff della cucina ; alla sera festeggiamenti di fine campo scuola con mega grigliata e giochi .

Grazie a tutti di cuore per la preziosissima e generosa disponibilità, collaborazione e spirito altruistico che hanno sicuramente contribuito al successo di questo favoloso, indimenticabile e storico appuntamento estivo del campo scuola di Pierabech.

CLICCA QUI PER VEDERE LE FOTOGALLERY

DEL CAMPO SCUOLA DI PIERABECH

Arrivederci sempre numerosi al prossimo anno !